Per le feste mangiate e bevete! Poi… tutto sara’ sottoposto a ticket’s

dicembre 30, 2006

030403.gifPer le feste mangiate e bevete finche’ tutto non sara’ sottoposto a ticket, per mano di ignoranti e cialtroni di destra e di sinistra.

L’insistere sui costi delle malattie legate al “vizio” si basa sull’assunto che il segaligno non deve pagare di tasca al ciccione le terapie. (http://www.ilfoglio.it/)

Uno spettro si aggira per il mondo: la guerra preventiva alle malattie, in special modo quelle che hanno le loro radici nel vizio (di mangiare, fumare, di essere sedentari, di non curarsi abbastanza, di non sottoporsi al sacramento dello screening) . E mentre la Turco si preoccupa di chi ingrassa, il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Giovanna Melandri, vigila perché non si dimagrisca troppo, si prepara un adeguato sistema sanzionatorio.

Ma in attesa del sistema di sanzioni per i malati da vizio, o da scarsa virtù, si procede con la finanziaria:

 

030603.gif…far data 1/01/2007 per ogni impegnativa del SSN relativa a prestazioni specialistiche ambulatoriali, indipendentemente dalla data di prenotazione, gli assistiti non esentati dalla quota di partecipazione saranno sottoposti al pagamento di una quota fissa sulla ricetta pari a € 10,00, oltre al normale ticket e per branca specialistica (es: visita specialistica € 28,95 di cui € 18,95 per la visita ed € 10,00 di quota fissa; visita cardiologia più ECG € 40,80 di cui € 30,80 di ticket e € 10,00 di quota fissa ; due impegnative per 14 esami di laboratorio andrà aggiunto all’importo del ticket € 10,00 più € 10,00 di quota fissa per singola impegnativa; eco addome completo € 46,15 di cui € 36,15 di ticket massimo ed € 10,00 di quota fissa; EGDS € 46,15 di cui € 36,15 di ticket massimo ed € 10,00 di quota fissa; per l’eventuale esame istologico andrà aggiunto al relativo ticket l’importo di € 10,00 quale quota fissa per l’impegnativa che accompagnerà il prelievo da inviare in anatomia patologica).

091102.gif Che dire? Per i cosidetti ceti medi ( o ricchi da far piangere, o evasori anche se dipendenti… nella accezione verbale del nostro governo) si è preparato un menù di fine anno di tutto rispetto:

  • nessun aumento di tasse (solo rimodulazione delle aliquote…);
  • nessun aumento dei ticket’s (solo 10.00 € x ricetta di prestazione specialistica..);
  • liberalizzate le addizionali irpef da parte degli enti locali (non vedono l’ora di ridurle…);

e allora buon anno per tutti noi italiani..

020103.gif buon 2007

Annunci

5 Responses to “Per le feste mangiate e bevete! Poi… tutto sara’ sottoposto a ticket’s”

  1. Francesco Says:

    è uno scandalo. si derubrica la salute delle persone a un privilegio da pagare a caro prezzo. ma soprattutto, queste schifezze avrebbe dovuto farle la destra. il tutto mentre nel frattempo ti martellano con campagne per la prevenzione al limite dell’ipocondria sociale. ditemi voi se questa è sinistra

  2. mario Says:

    nel menù degli italiani aggiungiamo pure:
    aumento del canone Rai
    aumento dei bolli auto,
    aumento costi per visure catastali, etc
    Dell’aumento di 10 € al mese ai pensionati 6 x gennaio tornano a mamma Rai!!
    Per il poi vedremo……

  3. Gabriella Says:

    Questa è la sinistra italiana, purtroppo.Costituita sostanzialmente da chi pensa che il postmoderno possa essere governato rifondando il comunismo e da coloro che ne sono usciti mantenendo però tutto intero lo stalinismo nella modalità di rapportarsi alla società, agli altri partiti e anche all’interno dei gruppi dirigenti e che hanno dato prova di non aver nulla da imparare nè dagli ex democristiani che fanno parte della coalizione, nè dagli ex craxiani che stanno un po’ qua e un po’ là su quello che si deve fare per conquistare e mantenere il potere.Dicono che la causa di tutte queste tasse stia nel malgoverno di Berlusconi e il conseguente grosso debito pubblico da sanare. Sono oltre 5 anni che lo dicono, hanno fatto all’ultimo governo Berlusconi solo critiche strumentali e contraddittorie, senza indicare valide soluzioni ai problemi.Non mi aspettavo che, una volta al governo, potessero far meglio e i fatti, finora, sembrano darmi ragione, purtroppo. Sembrano brancolare nella confusione più totale,ciascuna forza della coalizione interessata a rappresentare (senza riuscirci, e non potrebbe essere diversamente) il proprio elettorato. L’imposizione dei tickets è così spinta che, oltre ad essere iniqua,finisce col rendere , inn certi casi, più conveniente pagare per intero la prestazione e quindi favorire le strutture private.E’ dimostrazione di insipienza oltre che di poca equità da parte di questo governo. Sembra che l’unica cosa di cui siano convinti è che questa pesante Finanziaria sia l’unica soluzione alla loro incapacità di decidere qualsiasi cosa.Questa sinistra vecchia, che si ammanta di una ideologia contraddittoria e rattoppata, che si vanta di essere migliore della destra ,inadeguata alla postmodernità, sembra capace solo di moralismo,(il buonismo sembra in declino)ed è convinta che riempiendoci di tasse e colpendo l’evasione si risolvano i problemi…Ahimè, temo che nessun nuovo Partito Democratico potrà porre rimedio a questa situazione se i suoi gruppi dirigenti saranno la fusione dei partiti attuali. C’è bisogno di una vera rifondazione della sinistra in termini ideologici e di una bonifica radicale degli attuali gruppi dirigenti.

  4. bas/co Says:

    Meno male che qualcuno è contro le proposte demenziali di inserire l’indice di massa corporea e il peso come voto nella pagella dei nostri adolescenti al pari del voto in condotta ……

    (15/01/2007)

    No della FIMP alla possibilità di inserire l’indice di massa corporea nelle pagelle dei bambini

    Secca la presa di posizione della FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) di fronte alla proposta americana per arginare l’obesità nonostante in Italia – secondo i dati più aggiornati dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano – siano 23% i bambini soprappeso e 14,2% i bambini obesi. I pediatri promuovono la prevenzione primaria.

    Nove milioni di ragazzi e il 67% di tutta la popolazione. Questi gli impressionanti numeri delle persone colpite da obesità negli Stati Uniti, che hanno portato le autorità a promuovere in alcuni stati l’inserimento nelle pagelle di valutazione scolastica dei bambini anche del voto relativo al grado di soprappeso .

    Una iniziativa che ha creato proteste nei genitori e scalpore nell’opinione pubblica sia in America che in Italia dove, come oltreoceano, il numero dei bambini obesi è in costante aumento, a tutte le età: secondo i dati messi a disposizione dall’Osservatorio Grana Padano, risulta che il 23 per cento dei bambini è sovrappeso e il 14,2% è proprio obeso.

    Iniziativa bocciata, dunque, con fermezza, in particolare, dai pediatri italiani e dai medici di famiglia che la definiscono semplicemente ‘inapplicabile’ per il nostro Paese e con risultati ‘discutibili’ se l’obiettivo che si vuole raggiungere è un buon livello di prevenzione primaria.

    “Non è con il pubblico giudizio che si risolve un problema come l’eccesso di peso che dipende da diversi fattori legati al comportamento e alla psicologia – sottolinea Giuseppe Mele, – Ma proprio le scuole, assieme ai pediatri e ai medici di famiglia, potrebbero fare molto per intervenire nell’educazione delle nuove generazioni ed evitare l’espandersi del fenomeno”. ……

  5. riccardo Says:

    braviiiiiiiiiiiiiii


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: