Dal “il tempo”:

Sdegno in Parlamento: test inattendibile

Il centrodestra chiede un giro di vite. Fassino: «Ora rivediamo la legge Fini»

HA CREATO scompiglio, in Parlamento, il servizio della trasmissione tv Le Iene sull’uso di droga da parte dei deputati.

Nel corso della giornata di ieri è stato unanime lo sdegno verso il metodo poco ortodosso usato dagli inviati del programma di Italia Uno, anche se non tutti i parlamentari concordano sulle conseguenze che potrà avere la messa in onda del servizio. Molti ammettono di non stupirsi del quadro che emergerebbe dal servizio televisivo, come Carlo Giovanardi (udc) che, pur mettendo in dubbio l’affidabilità del test, la butta in politica sostenendo che la droga gira anche tra i senatori, soprattutto quelli a vita. Alcuni parlamentari puntano il dito contro l’ipocrisia di una parte del mondo politico…………….

E proprio ieri la corte di Cassazione si è pronunciata in merito al tema dello spaccio di stupefacenti sostenendo che la droga e il mercato nero mettono in pericolo «la salute pubblica, la sicurezza e l’ordine pubblico».

martedì 10 ottobre 2006

Sdegnati siamo noi cittadini che nella trasmissione delle iene abbiamo preso atto allibiti dell’ignoranza dei nostri rappresentanti:

La Gardini (portavoce di FI) non sa cosa è la CONSOB (organismo deputato al controllo della borsa)

Altri deputati che non sanno cosa è il Darfur (regione del Sudan dove infuria un genocidio delle popolazioni autoctone) o trasferiscono Nelson Mandela da ex presidente del Sudafrica a presidente del Brasile.. e cosi via…

Mi pare proprio che molti dei nostri rappresentanti più che conoscere i fatti siano fatti.

Sulla difesa della loro privacy, i nostri rappresentanti, sono inflessibili e… l’Autority per la privacy interviene a coprirli.

La cosa più preoccupante se hanno le competenze dimostrate sulle cose su cui votano c’è di che preoccuparsi su cosa ci propinano  e come leggi e norme di convivenza civile vengano prodotte.

Se l’autority doveva intervenire, per la loro privacy e per la nostra tranquillità era sicuramente sulle interviste mandate in onda. Esse sono denigratorie per i nostri rappresentanti e ansiogene per noi cittadini.

Annunci

One Response to “Le Iene e la droga fra i deputati”

  1. lega-lizzala !!! Says:

    Non vorrei trattare l’argomento IENE ma ritengo che la cosa più sensata sarebbe quella di adeguarci alle direttive dell’Olanda.
    La droga è un grosso problema nel 2006 perchè si fa fatica a trovarla!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: